Luci-dità

Potrei alzarmi 
deformando la realtà
nello spazio di un istante
invece rimango seduta
ascoltandomi attentamente

Così aperta
vulnerabile
ricevo i messaggi 
i pensieri attorno a me
diventano immagini
nitide
spesso sofferenti
raramente felici
quasi tutte solitarie 
non sempre tristi
talvolta di morte

Occasione di riflessione
profonda
questo sentire
colpisce la mente
scruto dentro
tornando all'origine 

Lascio chiudere
la porta del cuore
impaurita scappo 
timidamente mi nascondo 
per poi...ri-nascere.

(da meta-morfo-si di Claudia Moretti)

Commenti

Post popolari in questo blog

Ciclicità